Gli 8 trigrammi del Feng Shui

Cosa rappresentano i Trigrammi nel Feng Shui

Gli otto trigrammi hanno le loro radici nel concetto dello yin e del yang. Ogni trigramma è composto da tre linee, e la natura di queste linee, se spezzate (ricettive) o piene (respingenti), determina l’essenza del trigramma stesso. Questo binomio di yin e yang riflette l’equilibrio dinamico e la dualità fondamentale dell’universo.

Per interpretare un trigramma, si parte dalla linea inferiore e ci si sposta verso l’alto. Questo percorso rappresenta un’evoluzione o una crescita, dove ciascuna linea contribuisce a formare un quadro completo dell’energia vitale e delle influenze in gioco.

Nella pratica del Feng Shui, gli otto trigrammi trovano ampio utilizzo nella “Scuola dei Trigrammi“, la quale si fonda sulla comprensione profonda di ciascun trigramma e delle sue implicazioni. Inoltre, vengono impiegati nel Ba Gua, dove sono utilizzati per comprendere gli “otto ambiti della vita”, che rappresentano le diverse sfere dell’esistenza umana, come la famiglia, la carriera, la salute, le relazioni e così via.

Questi concetti dimostrano come gli otto trigrammi, essendo degli archetipi, non siano solo simboli o elementi statici, ma piuttosto strumenti dinamici e profondi per comprendere e navigare la complessità della vita e dell’universo.

Quante sequenze di trigrammi esistono?

Essendo 8 i trigrammi, le combinazioni possibili risultano essere 40.320, un numero impressionante che evidenzia la ricchezza e la varietà delle influenze energetiche che possono emergere. Tuttavia, è importante notare che in realtà esistono solo due modi di posizionare i trigrammi attorno al Tao, il principio fondamentale dell’universo.

Queste due sequenze, storicamente tramandate fino a noi, sono:

– La Sequenza del Cielo Anteriore: una disposizione dei trigrammi che riflette l’ordine cosmico e il movimento dell’energia dall’interno verso l’esterno.

– La Sequenza del Cielo Posteriore: una disposizione che rappresenta l’armonia e l’equilibrio ritrovato, con l’energia che ritorna dal mondo esterno verso il Tao.

Queste sequenze forniscono una chiara visione del flusso e del ritmo dell’energia cosmica. L’utilizzo dei trigrammi nel Feng Shui permette così di approfondire ulteriormente l’analisi e di ottenere una maggiore comprensione delle dinamiche dell’universo.

Che cos’è la Sequenza del Cielo Anteriore?

La Sequenza del Cielo Anteriore, nota anche come “Sequenza del Mondo del Pensiero” o “Early Heaven Sequence” (EHS) in inglese, è la prima storica disposizione degli otto trigrammi attorno al Tao, tramandata fino ai giorni nostri.

Questa sequenza rappresenta le cause agenti che daranno luogo a manifestazioni esterne.

È considerata una sorta di mappa degli archetipi cosmici, delineando le forze sottili che plasmano il nostro mondo interiore ed esteriore.

Che cos’è la Sequenza del Cielo Posteriore?

La Sequenza del Cielo Posteriore, anche chiamata “Sequenza del Mondo dei Sensi” o “Late Heaven Sequence” (EHS) in inglese, rappresenta le manifestazioni esterne che sono l’effetto delle cause agenti delineate nella Sequenza del Cielo Anteriore.

Questa disposizione, tramandata anch’essa fino ai giorni nostri, offre una visione delle condizioni attuali e delle situazioni manifeste che influenzano la nostra realtà quotidiana.

Quali sono le qualità del trigramma Ch’ien?

Il Creativo si configura con tre linee intere. Il trigramma Ch’ien o Kkienn è Yang, composto esclusivamente da linee Yang, incarnando così l’essenza pura dell’energia attiva.

L’immagine simbolica associata è quella del cielo, rappresentando il principio spirituale da cui tutte le cose hanno origine.

Le sue caratteristiche distintive includono l’essere attivo, creativo, forte, solido ed autorevole. È associato all’autunno e alla maturità.

Il membro della famiglia corrispondente è il Padre, rappresentando colui che ha un ruolo di guida nella società, come il capoclan.

Quali sono le qualità del trigramma K’un?

Il Ricettivo si compone di sei linee divise. Il trigramma K’un o Kkunn, essendo Yin e composto esclusivamente da linee Yin, incarna la capacità di ricevere, accogliere, sostenere, favorire la crescita e portare a compimento.

L’immagine associata a questo trigramma è quella della terra.

Nel ciclo delle stagioni, rappresenta la dolcezza della fine dell’estate, il momento della transizione verso l’autunno e la raccolta dei frutti. È per questo che K’un è conosciuto come “il Ricettivo”.

Le sue principali caratteristiche sono la dedizione, la capacità di ricevere, sostenere e nutrire.

Il membro della famiglia corrispondente è la Madre.

Quali sono le qualità del trigramma Chên?

L’Eccitante è come una ciotola scoperta. Il trigramma Chèn o Cenn è di natura Yang e si compone di una linea Yang inferiore sovrastata da due linee Yin, incapaci di frenare il suo impetuoso movimento ascendente.

L’immagine simbolica associata a questo trigramma è quella del tuono.

Chèn è noto come “l’Eccitante” o “lo Scuotimento”, caratterizzato dall’energia e dal movimento che rappresentano l’esplosione vitale della natura all’inizio della primavera.

Le sue principali caratteristiche sono quindi la mobilità, l’improvvisazione e la rapidità.

Il membro della famiglia corrispondente è il 1° Figlio, ossia al primogenito.

Quali sono le qualità del trigramma K’an?

L’Abissale è pieno nel mezzo. Il trigramma K’an o Kkann è Yang e composto da una linea Yang interna circondata da due linee Yin esterne. Questa configurazione denota una grande forza interiore accompagnata dalla capacità di adattarsi alle varie circostanze e ambienti.

L’Abissale è considerato “pericoloso” poiché rappresenta l’oscurità, la notte, l’inverno e l’inconscio, dunque il luogo delle nostre paure.

L’elemento simbolico associato a esso è l’acqua.

Le sue caratteristiche principali sono per l’appunto l’essere abissale e pericoloso.

Nella gerarchia familiare corrisponde al 2° Figlio, ossia il figlio mediano.

Quali sono le qualità del trigramma Kên?

L’Arresto può essere paragonato a una tazza rovesciata. Il trigramma Kèn o Kenn è di natura Yang e si compone di una linea Yang superiore che domina e blocca le due linee Yin inferiori.

L’immagine simbolica associata a questo trigramma è quella del monte.

Le sue caratteristiche distintive sono la quiete, l’immobilità e il mistero.

Rappresenta il momento di fermarsi, riflettere e meditare, sospeso tra la fine di un ciclo e l’inizio del successivo. È come il periodo di fine inverno, quando “la neve cade senza fare rumore”.

Nella famiglia corrisponde al 3° Figlio, cioè al figlio minore.

Quali sono le qualità del trigramma Sun?

Il Mite si presenta come spaccato sotto. Il trigramma del Sun o Sunn è di natura Yin e si compone di una linea Yin al di sopra di due linee Yang. Questa configurazione simboleggia un vigoroso sviluppo ascendente che, tuttavia, si basa su una base fragile.

L’immagine associata a questo trigramma è quella del vento.

Le sue principali caratteristiche includono la capacità di espansione e penetrazione, tipica della crescita vegetativa alla fine della primavera, così come la flessibilità, la gentilezza e la pazienza.

Nella struttura familiare corrisponde alla 1° Figlia, ossia alla figlia maggiore.

Quali sono le qualità del trigramma Li?

L’Ardente è vuoto nel mezzo. Il trigramma Li, di natura Yin, presenta due linee Yang all’esterno e una linea Yin al suo interno. Esternamente appare luminoso e porta gioia, luce e chiarezza, ma affinché ciò accada, deve essere alimentato dal combustibile rappresentato dalla linea Yin.

L’immagine simbolica associata è quella del fuoco, e fra le stagioni è associato all’estate, mentre fra i periodi del giorno è correlato al mezzogiorno.

Le sue principali caratteristiche sono l’ardore, la luminosità e la capacità di adattamento.

Tra i membri della famiglia corrisponde alla 2° Figlia, ossia la figlia mediana.

Quali sono le qualità del trigramma Tui?

Il Sereno si presenta con una lacuna nella parte superiore. Il trigramma Tui è di natura Yin e consiste in una linea Yin superiore supportata da due linee Yang. Esternamente appare morbido e piacevole, poiché può contare su una grande solidità interiore.

L’immagine simbolica associata è quella del lago.

Le sue caratteristiche principali sono l’allegria, la letizia, la mitezza e la gioia, che caratterizzano l’inizio dell’autunno, quando si celebra la fine del raccolto.

Nella struttura familiare corrisponde alla 3° Figlia, ossia la figlia minore.