Chi ha inventato il Feng Shui?

Il Feng Shui è un’antica disciplina orientale di origine cinese, che studia come l’individuo percepisce l’ambiente a un livello istintivo e molto profondo, spesso inconsapevole. Le sue radici affondano nel Taoismo e si basa sul bilanciamento tra le forze yin e yang: lo yin è associato a qualcosa di ricettivo, mentre lo yang a qualcosa di attivo. Lo yang compie l’azione, mentre lo yin la riceve e la elabora. Ma chi ha inventato il Feng Shui?

Le Origini del Feng Shui

Il Feng Shui nasce dall’antica necessità dell’uomo di comprendere e adattarsi all’ambiente circostante per garantire la sua sopravvivenza. In un tempo in cui l’umanità viveva in totale simbiosi con la natura, gli agenti atmosferici e le caratteristiche del territorio influenzavano profondamente la vita quotidiana. La pioggia, il sole, il vento e il tipo di terreno determinavano dove stabilirsi e come proteggersi dagli elementi. Osservando il comportamento degli animali, soprattutto dei mammiferi, l’uomo preistorico imparò a cercare rifugio nelle caverne, prendendo spunto dalle tane utilizzate dagli animali per ripararsi durante la notte. Questa osservazione fu fondamentale per comprendere l’importanza di dormire al riparo e portò all’occupazione delle prime caverne, preferibilmente orientate a sud per godere di maggiore illuminazione e condizioni più salubri.

Il Feng Shui attraverso i secoli

Il Feng Shui, letteralmente “Vento e Acqua”, è un termine abbastanza moderno che fa riferimento alle energie più attive, chiamate yang, che plasmano il territorio, lo modellano e lo definiscono. Tuttavia, il Feng Shui ha avuto anche altri nomi in passato. Il più antico è probabilmente “Kan Yu”, che significa “Copertura” (la volta celeste) e “Carro” (l’attività rurale terrestre) e fa maggiore riferimento al bilanciamento tra le forze yin e yang. Un altro termine storico è “Ti Li”, traducibile come “studio delle linee di forza della terra”.

Dove nasce il Feng Shui? Le origini del Feng Shui risalgono alla cultura cinese, dove è nato e si è sviluppato per migliaia di anni. Nonostante il suo legame con la Cina, il Feng Shui è diventato una disciplina universale, con pratiche e applicazioni diffuse in tutto il mondo.

Le prime tracce di pratiche simili al Feng Shui risalgono a oltre 4.500 anni fa, nel sito archeologico di Xishuipo in Cina. Qui, in una sepoltura datata tra il 2.500 e il 2.700 avanti Cristo, è stato ritrovato il corpo di un personaggio importante, affiancato dalle figure del Drago Verde e della Tigre Bianca, costruite con sassi e conchiglie. Questo suggerisce che già allora esisteva una comprensione simbolica del paesaggio e delle energie naturali.

Il Feng Shui Tradizionale

Il Feng Shui può essere suddiviso in due grandi componenti, o scuole che sono complementari tra loro: la Scuola della Forma, associata allo “spazio”, e la Scuola della Bussola, associata al “tempo”.

La Scuola della Forma

La Scuola della Forma è la più antica e si concentra sulla percezione istintiva degli ambienti. Studia il “Drago di Montagna” e il “Drago d’Acqua”. Il Drago di Montagna rappresenta le catene montuose, le colline, ma anche gli edifici e le forme presenti in un contesto urbano, e si collega alla salute. Il Drago d’Acqua, invece, è associato a fiumi, corsi d’acqua e strade, e si collega alla ricchezza.

La Scuola della Bussola

La Scuola della Bussola si è sviluppata successivamente e adotta un approccio più analitico. Studia le direzioni associate alle forme nel paesaggio rispetto al movimento del Sole e applica la teoria delle Cinque Energie dell’energetica cinese (conosciute anche come 5 Fasi o 5 Mutamenti): Acqua, Legno, Fuoco, Terra e Metallo. Analizza come il tempo interagisce con le forme fisse nel paesaggio, attraverso cicli annuali e cicli più lunghi.

Il Feng Shui Moderno

Nel corso dei millenni, il Feng Shui si è evoluto, integrando nuove conoscenze e tecniche. È importante notare che, mentre oggi alcuni vedono il Feng Shui come una pratica di arredamento o disposizione degli interni, nel Feng Shui tradizionale gli esterni sono molto più importanti degli interni. Questo perché l’esterno (yang) influenza l’interno (yin) e non viceversa.

L’Evoluzione del Feng Shui

Il Feng Shui è nato dal pragmatismo orientale con uno scopo pratico, privo di connotazioni religiose o magiche. Oggi, esistono scuole moderne che hanno adattato la disciplina Feng Shui alle tecniche di arredamento e alla cultura occidentale. Tuttavia, la tradizione originale si concentra sul metodo tradizionale, che include lo studio del paesaggio esterno.

Il Feng Shui autentico è un concetto che ancora oggi genera confusione, soprattutto in contesti come l’Italia. Questo antico sistema cinese di armonizzazione degli spazi è stato spesso frainteso o interpretato in modo superficiale nel corso del tempo. È cruciale diffondere una comprensione accurata e priva di distorsioni su cosa sia il Feng Shui autentico, come si applichi, quali siano i suoi principi fondamentali e i benefici che può apportare.

Va notato che la storia del Feng Shui è stata caratterizzata da periodi di oscurità, durante i quali la sua pratica è stata perseguita o addirittura proibita. In alcuni momenti storici, i testi sono stati bruciati e la conoscenza è stata tramandata oralmente per preservarla. Questi eventi hanno contribuito a una trasmissione non lineare delle conoscenze e a una variazione nella loro interpretazione nel corso dei secoli.

Oggi, più che mai, è fondamentale riportare il Feng Shui autentico al suo antico splendore, adottando un approccio serio, professionale e privo di pregiudizi. Ciò significa riconoscere la sua autentica essenza e praticarlo con una sincera intenzione di migliorare la qualità della vita attraverso l’armonizzazione degli ambienti. La divulgazione accurata del Feng Shui autentico può portare a una maggiore consapevolezza e ad una migliore comprensione dei suoi benefici tangibili, sia a livello individuale che collettivo.

In conclusione, il Feng Shui non può essere attribuito a un singolo inventore, ma piuttosto a una lunga evoluzione culturale e olistica della civiltà cinese. Le sue pratiche e teorie sono state sviluppate e raffinate nel corso dei millenni, rispecchiando una profonda comprensione della natura e dell’interazione tra l’uomo e il suo ambiente.